Il Panel Inps
La collaborazione di R&P con l’INPS ha permesso la costruzione di un archivio longitudinale (panel) di lavoratori e imprese, a partire dagli archivi INPS dei lavoratori dipendenti (O1M) e delle imprese (DM10M)(1).

Il panel, costituito da un campione casuale (1 a 90) di lavoratori e imprese, consente di:

- associare i dati relativi ai lavoratori (età, qualifica, retribuzione, ecc.) a quelli relativi all'impresa per cui essi operano (dimensione, trend occupazionale, settore, composizione della forza lavoro per qualifiche, ecc.);

- ricostruire la carriera dei singoli lavoratori (limitatamente all'universo di imprese soggette a contribuzione INPS), cioè osservare la mobilità tra aziende, i cambi di lavoro e la dinamica retributiva. La ricostruzione della carriera è resa possibile dal fatto che, come si è detto, il panel è un archivio di tipo longitudinale, ovvero contiene le serie storiche dei dati relativi ai singoli lavoratori.

La costruzione del panel è avvenuta estraendo dall’archivio O1M dei lavoratori dipendenti, per ciascuno degli anni dal 1985 al 1993, i lavoratori nati il giorno 10 dei mesi di marzo, giugno, settembre e dicembre. Si è ottenuto in questo modo un campione casuale di lavoratori che hanno avuto almeno un rapporto di lavoro dipendente presso imprese private tra gennaio 1985 e dicembre 1993. Futuri aggiornamenti e ampliamenti della banca dati, così come la sua diffusione per la ricerca scientifica saranno condotti dal LABORatorio R. Revelli nell'ambito di una convenzione tra Università di Torino e INPS (maggiori dettagli).

Ogni cambio di lavoro effettuato tra imprese coperte dall'archivio viene registrato. La fuoriuscita di un lavoratore dall'archivio può significare che il lavoratore si trova in una delle seguenti condizioni: ha intrapreso un lavoro autonomo; è entrato in disoccupazione; è uscito dalle forze di lavoro; è occupato in settori non coperti dall'archivio.

Nel campione sono presenti circa 100.000 lavoratori in ciascun anno e 341.000 periodi di occupazione (completi o troncati).

 Dall’ unione dei diversi record individuali annuali presenti nel campione così costruito è possibile ottenere le serie longitudinali con le quali analizzare le carriere dei lavoratori.

L'archivio è stato utilizzato per studi su demografia di impresa, job creation, domanda di lavoro, struttura dell'occupazione e delle retribuzioni, mobilità dei lavoratori, dinamiche delle retribuzioni, ingressi nel sistema pensionistico, occupazione straniera

(1)Le caratteristiche di questi archivi sono state illustrate in Notizie R&P, 1995, n. 2