L'OSSERVATORIO SULLE ATTIVITÀ E PROFESSIONI DI MONTAGNA (http://www.montagnalavoro.it) E L'ESPERIENZA DI R&P NEI CAMPI DELLA RICERCA E PROGETTAZIONE PER LA MONTAGNA ALPINA

 

Nel 2002, Anno Internazionale della Montagna, l'Osservatorio sulle attività e mestieri di montagna delle province di Torino e di Cuneo è entrato nella sua piena operatività. Dal 1999 R&P supporta la Provincia di Torino nelle fasi di ideazione, progettazione e realizzazione dell'Osservatorio e dal 2002 ne gestisce l’attività e coordina le attività di sviluppo e aggiornamento.

 

L'Osservatorio sulle attività e professioni di montagna

La prima fase ha consentito di individuare le professioni che presentano le migliori prospettive di sviluppo, le attività che risultano comunque indispensabili per il governo del territorio e per il miglioramento della qualità della vita in montagna.

I primi prodotti del lavoro sono stati due, simili per contenuto, ma complementari per forme di utilizzo e pubblico a cui si rivolgono.

Il primo è il "Repertorio delle attività e professioni di montagna", volume pubblicato in 3000 copie nell'autunno 2001 affinché diventasse uno strumento di supporto agli orientatori, agli insegnanti e ai formatori, per illustrare ai giovani residenti le opportunità offerte dalle attività che si possono svolgere in montagna e l'offerta formativa disponibile. Il Repertorio è stato distribuito a tutte le scuole medie inferiori, alle scuole secondarie superiori e agli enti e alle agenzie di formazione professionale localizzati in aree montane, ai Centri per l'Impiego, ai Centri Informagiovani, ad associazioni di categoria e sindacati attivi in territorio montano, a tutti i comuni montani e alle Comunità Montane delle province di Torino e Cuneo. Molti di loro hanno collaborato attivamente completando il quadro informativo e apportando suggerimenti sull'attività futura dell'Osservatorio.

Il secondo prodotto, realizzato nell'ambito delle attività dell'Osservatorio, è il sito Internet www.montagnalavoro.it, creato per favorire la diffusione a largo spettro delle informazioni e l'aggiornamento del contenuto del repertorio.

Obiettivo di pari importanza è quello di mettere a disposizione di tutti coloro che operano nei territori montani a vario titolo, uno strumento per scambiarsi informazioni, stabilire contatti e pubblicizzare iniziative e progetti.

Il sito è organizzato in più sezioni:

    1. Le professioni di montagna, dove sono proposte alcune schede relative a professioni e attività che si possono svolgere in montagna. Un primo insieme di schede informative su 82 mestieri di montagna è già disponibile sul sito suddiviso per area di attività, mentre un altro gruppo, comprendente anche professionalità attinenti ai progetti di investimento delle Olimpiadi 2006, è in via di inserimento. Ciascuna professione viene presentata con breve descrizione delle mansioni e delle competenze specialistiche a cui seguono informazioni dettagliate sui requisiti necessari per accedere alla professione, sui percorsi formativi in area montana, sulle opportunità occupazionali, sulle normative e sugli enti di riferimento.
    2. La formazione, dove si possono trovare informazioni sui soggetti che propongono attività di istruzione e formazione nelle aree di montagna e sui corsi da esse proposte. L'obiettivo è di mettere a disposizione degli utilizzatori del sito tutte le informazioni riguardanti le opportunità di istruzione e formazione professionale nelle diverse aree del territorio montano delle province di Torino e di Cuneo e, quindi, di individuare i possibili percorsi formativi per acquisire le specifiche competenze per lo svolgimento di una professione "in montagna".
    3. Il monitoraggio delle principali azioni di sviluppo nelle aree montane con l'obiettivo di individuare e segnalare gli interventi e le attività che in un futuro potranno generare una domanda di nuova occupazione nei diversi settori e professioni o una diversa professionalizzazione di lavoratori già occupati, nonché i corrispondenti fabbisogni formativi per i quali potrà crearsi una domanda (sezione in fase di costruzione).
    4. L'imprenditorialità, in cui vengono fornite indicazioni sulle iniziative e sulle agevolazioni a livello locale, regionale e nazionale in materia di creazione d'impresa.
    5. Negli approfondimenti si possono trovare i principali risultati delle ricerche e delle indagini promosse dall'Osservatorio e le sintesi di relazioni tematiche.
    6. Il banner scorrevole viene continuamente aggiornato con notizie significative relative ad eventi o avvenimenti interessanti la formazione e le professioni di montagna.

L'aggiornamento delle informazioni avviene attraverso contatti periodici attivati con le diverse tipologie di interlocutori, ai quali viene richiesto di fornire le informazioni di loro competenza e viene offerto di interagire con i gestori del sito per integrazioni, per suggerimenti e soprattutto per pubblicizzare le proprie attività, gli eventi o i progetti da loro stessi promossi.

 

L'attività di R&P per la montagna

Il lavoro di progettazione e la realizzazione dell'osservatorio delle professioni e attività di montagna integra e si aggiunge al lungo elenco di esperienze di ricerca e progettazione in aree montane che R&P ha maturato nell'arco di quasi trent'anni di attività.

I primi progetti di sviluppo di Comunità Montane risalgono agli anni '70 (Val Pellice - 1976, Valli di Lanzo - 1981, progetto Montagna delle Comunità Montane Piemontesi -1981 ecc.) fino agli anni più recenti con l'elaborazione del documento di Programmazione per la valorizzazione delle risorse socio-economiche della Comunità Montana Canal del Ferro (2000) e del progetto integrato di sviluppo infrastrutturale, recupero del patrimonio edilizio e valorizzazione delle risorse locali dei territori della Comunità Montana Bassa Valle di Susa e Valli di Lanzo raccordati dall’area del Colle del Lys (2002).

 

Il campo di esperienza di R&P è assai vasto anche nel campo del supporto all'attività di programmazione territoriale e settoriale svolta dalle Amministrazioni locali. Particolarmente significative sono state consulenze nell'ambito dell'elaborazione degli indirizzi per la pianificazione turistica e degli interventi per la riqualificazione turistica delle stazioni invernali, in particolare per le Regioni Piemonte e Friuli Venezia Giulia e per la Provincia di Torino.

Le analisi economiche e territoriali svolte in aree localizzate lungo tutto l’arco alpino, permettono a R&P di conoscere le molteplici peculiarità delle singole realtà locali con grande beneficio per il lavoro di progettazione delle politiche e degli interventi sul territorio. Le ultime esperienze in questo campo si riferiscono alle indagini svolte nell’ambito dell’area transfrontaliera italo-svizzera, dell’area montana torinese, della Valle d’Aosta e delle aree montane del Friuli Venezia-Giulia.

 

Per ulteriori informazioni:

Claudia Cominotti

Margherita Vitelli